Studio Legale Ranchetti


Vai ai contenuti

Menu principale:


Indice

Lo studio > Anna Russo > Tesi Laurea

INDICE

CAPITOLO I

LA CONVENZIONE DI VIENNA SULLE RELAZIONI CONSOLARI


1.1 - Nozione generale di relazioni consolari
1.2 -
Segue. Aspetto caratteristico delle relazioni consolari: cooperazione tra organi consolari ed autorità locali

-
Segue. Le relazioni consolari come sistema di rapporti internazionali non solo bilaterali

-
Segue. Le norme giuridiche sulle relazioni consolari
- La Convenzione di Vienna del 1963 nel sistema delle fonti delle norme sulle relazioni consolari

-
Segue. I precedenti della convocazione della Conferenza di Vienna sulle relazioni consolari

-
Segue. Le caratteristiche giuridiche della Conferenza di Vienna del 1963

-
Segue. Gli aspetti e i significati extragiuridici della Conferenza

-
Segue. L’organamento della Conferenza
1.10 -
Segue. Le norme di procedura dei lavori della Conferenza

1.11 -
Segue. Il carattere progressivo della codificazione operata dalla Conferenza

1.12 -
Segue. La complessità del compito assolto dalla Conferenza
1.13
- Segue. Gli aspetti e i momenti dell’innovazione operata dalla Convenzione di Vienna nel diritto consolare

1.14 -
Segue. Gli strumenti diplomatici conclusivi della Conferenza

1.15 -
Segue. Gli Stati che possono essere partecipi della Convenzione, e le procedure attraverso le quali si compie il perfezionamento formale della Convenzione stessa



CAPITOLO II



I DIRITTI INDIVIDUALI E LA CONVENZIONE DI VIENNA SULLE RELAZIONI CONSOLARI: IN MARGINE AL CASO
LAGRAND



2.1 - Il caso LaGrand

2.2 - Le argomentazioni della Germania e degli Stati Uniti d’America presentate alla Corte internazionale di giustizia nel caso LaGrand

2.3 - La sentenza di merito della Corte internazionale di giustizia nel caso LaGrand

2.4 -
L’obbligatorietà delle misure cautelari ai sensi dell’art. 41 dello Statuto della Corte internazionale di giustizia

2.5 -
I caratteri del diritto dell’individuo all’assistenza consolare ai sensi dell’art. 36 della Convenzione di Vienna

2.6 - L’intervento dello Stato in protezione diplomatica quale garanzia processuale del diritto dell’individuo all’assistenza consolare

2.7 - Il diritto dell’individuo all’assistenza consolare e i diritti dell’uomo: eventuale configurabilità

2.8 -
I criteri che definiscono i diritti dell’uomo e la loro inapplicabilità rispetto all’art. 36 della Convenzione di Vienna

2.9 - Titolarità dell’art. 36 e conseguenze sulla qualificazione dell’illecito commesso dagli Stati Uniti nel caso
LaGrand

2.10 - Il ruolo crescente dell’individuo nelle relazioni internazionali


CAPITOLO III

LA PERMANENTE COSTRUZIONE DEL DIRITTO CONSOLARE INTERNAZIONALE: IN MARGINE AL CASO
AVENA E GLI ALTRI CITTADINI MESSICANI

3.1 - Gli antecedenti del caso Avena

3.2 - I fatti che originarono la domanda del Messico

3.3 - Le richieste presentate dal Messico alla Corte internazionale di giustizia nel coso Avena

3.4 - Le argomentazioni degli Stati Uniti d’America

3.5 - La natura obbligatoria dell’ordinanza di misure provvisorie della Corte internazionale di giustizia

3.6 - La sentenza di merito resa dalla Corte nel caso Avena

3.7 - Le questioni di competenza e di ammissibilità

3.8 - Le violazioni dell’art. 36 della Convenzione di Vienna sulle relazioni consolari

3.9 - Le conseguenze giuridiche delle violazioni dell’art. 36 della Convenzione di Vienna. La questione della riparazione

3.10 - L’applicazione, post-Avena, della Convenzione di Vienna sulle relazioni consolari da parte delle Corti degli Stati Uniti d’America


Bibliografia



Home Page | Lo studio | Attività | Gratuito Patrocinio | Contatti | Camera arbitrale | Mappa del sito


Studio Legale avv. Federico Ranchetti - Corso Umberto I n. 365 - 80138 NAPOLI - Telefax 081 285860 - 081 19566515 - studiolegale@ranchetti.it | studiolegale@ranchetti.it

Torna ai contenuti | Torna al menu